Archeologia dell’Antica Cuma

ANTRO2
FacebookTwitterGoogle+LinkedInWhatsAppGoogle BookmarksPinterestPrintCondividi

Domenica 02 Aprile, ore 11.00

Archeologia dell’Antica Cuma

Appuntamento all’ingresso degli scavi di Cuma, ore 10.45
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA- Contributo di partecipazione 10 €

 

Il parco archeologico di Cuma, uno dei siti archeologici più importanti del golfo di Napoli, comprende i resti della prima delle colonie di popolamento greche in Occidente, fondata nella seconda metà dell’VIII secolo a.C. da Euboici-Calcidesi. La visita comprenderà in particolare i resti dell’acropoli dell’antica città, a partire dal celebre “Antro della Sibilla”, riferito dalla tradizione al culto oracolare di Apollo ma sorto quasi certamente per scopi difensivi, e la galleria, nota come Crypta Romana o “grotta di Cocceio”, con la quale si collegò in età tardo-repubblicana il porto di Cuma col Portus Iulius sui laghi d’Averno e di Lucrino, di recenti riaperti al pubblico. Inoltre si ammireranno i resti dei due grandi templi testimoni della fase greca della città, trasformati in chiese nel Medioevo: sulla terrazza più bassa il tempio di Apollo, sottoposto ad un rifacimento romano in età augustea, e, sulla cima più alta dell’acropoli, il secondo tempio, detto (senza certezza) di Giove.

 

Per contatti e prenotazioni**:
3494570346 – info@archeologianapoli.com
Prenota online su: http://archeologianapoli.com/itinerari/napoli.html

**La prenotazione va effettuata esclusivamente attraverso i canali sopra elencati entro e non oltre le ore 19.00  del giorno  che precede l’evento. Bisognerà indicare il cognome, il numero di persone per cui si intende prenotare e un numero cellulare di riferimento.

L’Archeologia dei Borbone al Museo di Napoli

MANN

Domenica 02 Aprile, ore 16.45

L’Archeologia dei Borbone al Museo di Napoli

 

Appuntamento allo scalone esterno del Museo, ore 16.30
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA- Contributo di partecipazione 8 € ( biglietto d’ingresso al Museo gratuito) (massimo 20 persone)

La visita la Museo Archeologico Nazionale di Napoli, in occasione della prima domenica del mese, sarà dedicata all’Archeologia dei Borbone, ossia alle incredibili scoperte effettuate nei siti vesuviani a partire dal 1738, quando,  per volere di Carlo di Borbone, furono iniziati gli scavi dell’ antica Herculaneum, a cui seguirono nel 1748 quelli di Pompei e Stabiae.

Le preziose Antichità di Ercolano e Pompei andarono ad arricchire le collezioni del Re  alla Reggia di Portici, dove fu istituito il Museo Ercolanese (1758). Esse giunsero al Real Museo Borbonico dal 1816, l’attuale Museo Archeologico Nazionale di Napoli.

Visiteremo le straordinarie collezioni di statue, affreschi e mosaici provenienti dalle città sepolte dal Vesuvio che, insieme agli oggetti di uso quotidiano (vetri, bronzi, argenti), fanno del Museo di Napoli uno dei più importanti al mondo.

Attraverso le sale del Museo, rivivremo lo splendore delle città sepolte dal Vesuvio e assaporeremo la grandezza e il fervore artistico e intellettuale della  corte di Carlo III, che ebbe un ruolo fondamentale nella diffusione delle Antichità di Ercolano e Pompei ha influenzato la cultura europea.

Per contatti e prenotazioni**:
3494570346 – info@archeologianapoli.com
Prenota online su: http://archeologianapoli.com/itinerari/napoli.html

**La prenotazione va effettuata esclusivamente attraverso i canali sopra elencati entro e non oltre le ore 19.00  del giorno  che precede l’evento. Bisognerà indicare il cognome, il numero di persone per cui si intende prenotare e un numero cellulare di riferimento.

 

 

 

 

Cronache dello splendore di un Regno. Salvatore Fergola

Fergola

Cronache dello splendore di un Regno. Salvatore Fergola

Domenica 12 marzo ore 10.30

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA – contributo di partecipazione 8 € (il contributo NON include il biglietto del Museo*)

 Appuntamento, ore 10.15, all’ingresso di Palazzo Zevallos, via Toledo, 185

La visita sarà dedicata alla scoperta del Palazzo Zevallos Stigliano, costruito su disegno di Cosimo Fanzago tra il 1637 ed il 1639, per volere di Giovanni Zevallos. Si tratta di un palazzo dalla storia complessa, passato di mano in mano fino al definitivo acquisto da parte della  Banca Commerciale Italiana (oggi Intesa Sanpaolo) che affidò la ristrutturazione all’architetto Luigi Platania.

Oltre ad ammirare lo splendido palazzo, visteremo collezione permanente che consta di  120 opere dal Seicento al Novecento, tra cui  il Martirio di Sant’Orsola, l’ultima opera eseguita a Napoli da Caravaggio.

Particolare riguardo sarà dato alla mostra dedicata ad un pittore della corte di Francesco I e di Ferdinando II di Borbone, Salvatore Fergola. Si tratta di più di 60 dipinti, in cui il pittore e cronista, racconta dettagliatamente il  progresso avviato dai sovrani, come nel bellissimo dipinto “Inaugurazione della strada di ferro eseguita in Napoli nell’ottobre 1839”, ovvero l’avvio della prima ferrovia in Italia, ci racconta di un Regno, quello dei Borbone, al massimo dello splendore.

 

Per contatti e prenotazioni*:
3494570346 – info@archeologianapoli.com
Prenota online su: http://archeologianapoli.com/itinerari/napoli.html

 

 

* Biglietto, 5 euro/ ridotto 3

**La prenotazione va effettuata esclusivamente attraverso i canali sopra elencati entro e non oltre le ore 19.00  del giorno  che precede l’evento. Bisognerà indicare il cognome, il numero di persone per cui si intende prenotare e un numero cellulare di riferimento.

Napoli Medievale. Le origini di una Capitale

006b

Sabato 4 Marzo, ore 10.00

Napoli Medievale. Le origini di una Capitale

Appuntamento angolo via Duomo – via Marina, ore 10.00

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA- Contributo di partecipazione 10€ (parte del contributo sarà destinato al sostegno delle attività sul territorio svolte dalla parrocchia di Santa Maria Egiziaca a Forcella)

 

Il quarto percorso dedicato alla Napoli Medievale abbraccerà l’area del mercato e di Forcella. Si partirà dal Campo Moricino, teatro della cruenta esecuzione di Corradino di Svevia, divenne il Foro Magno nei primi anni della dominazione angioina. Il “Mercato Nuovo” occupa un’area di 3 ettari che dal 1302 fu affrancata da qualsiasi vincolo di proprietà ecclesiastica. Si tratta di una testimonianza della vocazione marittima e mercantile di Napoli, che la rese una delle città più importanti del Mezzogiorno e poi, con Carlo I d’Angiò, il centro politico sociale ed economico di un regno di respiro internazionale. 

Durante l’itinerario ripercorreremo luoghi e tappe della storia che elevò Napoli al rango di Capitale. Visiteremo l’antica San Giovanni a Mare risalente al XII secolo, Sant’Eligio Maggiore e Sant’Agrippino a Forcella entrambe edificate a partire dal 1270. Vedremo le spoglie dell’antichissima chiesa di Santa Maria a Piazza, risalente al IV secolo d.C., che ha ospitato le spoglie del duca Bono (832-834).

Per contatti e prenotazioni*:
3494570346 – info@archeologianapoli.com
Prenota online su: http://archeologianapoli.com/itinerari/napoli.html

P

*La prenotazione va effettuata esclusivamente attraverso i canali sopra elencati entro e non oltre le ore 19.00  del giorno  che precede l’evento. Bisognerà indicare il cognome, il numero di persone per cui si intende prenotare e un numero cellulare di riferimento.

 

Capodimonte alla scoperta di Van Gogh

Van-Gogh-Nuenen-dettaglio

Sabato 25 febbraio, ore 10.30

Capodimonte alla scoperta di Van Gogh

 

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIAcontributo di partecipazione 8 € (il contributo NON include il biglietto del Museo)

Appuntamento, ore 10.15, davanti all’ingresso del Museo di Capodimonte

 

Per contatti e prenotazioni*:

infoline: 3494570346
email: info@archeologianapoli.com
Prenota direttamente su:

Prenota la visita al Museo

 

La Reggia di Capodimonte, voluta da Carlo di Borbone nel fitto bosco che domina dalla collina la città di Napoli, ospita l’appartamento reale e un Museo con una delle più importanti raccolte di opere d’arte d’Europa. Vi sono esposti dipinti di pittori italiani e internazionali dal Duecento ai giorni nostri, unico esempio in Italia: Tiziano, Caravaggio, Botticelli, Goya, Masaccio, Carracci, Bruegel, Mantegna, Morelli, Toma, Warhol, Burri e molti altri.

Ammireremo tra le le tante meraviglie, l’esposizione “Van Gogh. I capolavori ritrovati” che ospita ancora per pochi giorni, prima di tornare in Olanda, i due dipinti di Vincent Van Gogh, Paesaggio marino a Scheveningen del 1882 e Una congregazione che esce dalla Chiesa Riformata di Nuenen del 1884/85, rubati 14 anni fa al Van Gogh Museum di Amsterdam e ritrovati dalla Guardia di Finanza in un covo della camorra, a settembre dello scorso anno.

 

*La prenotazione va effettuata esclusivamente attraverso i canali sopra elencati entro e non oltre le ore 19.00  del giorno  che precede l’evento. Bisognerà indicare il cognome, il numero di persone per cui si intende prenotare e un numero cellulare di riferimento.

 

M.A.D.RE. Una “luce solida” sull’arte contemporanea

2_resize

Sabato 4 Marzo, ore 16.30

M.A.D.RE. Una “luce solida” sull’arte contemporanea

 

Appuntamento al Museo M.A.D.RE, Via Luigi Settembrini 79, ore 16.15
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA- Contributo di partecipazione 8 € (NON include il biglietto d’ingresso al Museo*) (massimo 25 persone)

Sabato 11 Febbraio  visiteremo il Museo M.A.D.RE, dove un esperto di arte contemporanea (il dr. Lorenzo Mantile) ci condurrà alla scoperta della importante collezione permanente del Museo, la cui creazione sancisce il definitivo riconoscimento istituzionale dell’arte contemporanea e il suo inserimento nella rete museografica cittadina.

Il museo si dispiega su  7.200 mq di superficie (di cui 2662 destinati all’esposizione permanente e alle mostre temporanee) unificati e impreziositi dalla progettazione architettonica di Alvaro Siza, per raccontare non solo gli episodi artistici più significativi a Napoli tra la fine del XX e l’inizio del XXI secolo ma anche il legame della città con la scena artistica internazionale.

Visiteremo inoltre la sensazionale Mostra: “Fabio Mauri. Retrospettiva a luce solida”. Fabio Mauri, artista romano (1926-2009), è stato uno dei più importanti esponenti delle neoavanguardie in Italia, nella seconda metà del XX secolo. L’opera di Mauri è raccontata, nella più importante retrospettiva mai realizzata, attraverso un corpus di oltre cento opere, il cui linguaggio spazia dalla pittura al disegno, dalla scultura all’installazione, alla performance.

 

Per contatti e prenotazioni**:
3494570346 – info@archeologianapoli.com
Prenota online su: http://archeologianapoli.com/itinerari/napoli.html

**La prenotazione va effettuata esclusivamente attraverso i canali sopra elencati entro e non oltre le ore 19.00 del giorno che precede l’evento. Bisognerà indicare il cognome, il numero di persone per cui si intende prenotare e un numero cellulare di riferimento.

 

 

*BIGLIETTI
Intero: € 7.00
Ridotto: € 3.50
Il museo rientra nel circuito CampaniaArtecard

AGEVOLAZIONI
Ingresso gratuito

Hanno diritto all’ingresso gratuito al museo: bambini fino a 6 anni, gruppi scuole, insegnanti accompagnatori, docenti di storia dell’arte, giornalisti con tesserino, guide turistiche ed interpreti, portatori di handicap e loro accompagnatori, dipendenti della Regione Campania, membri ICOM-ICROM, possessori AMACI card.

Ingresso gratuito per gli studenti dell’Università di Napoli “L’Orientale”, dell’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa, dell’Accademia di Belle Arti di Napoli, del dipartimento DISPAC dell’Università degli Studi di Salerno e dell’Università degli Studi del Sannio.

Ingresso ridotto

Hanno diritto ad una riduzione del 50% sul biglietto d’ingresso: i bambini e i ragazzi tra i 6 e i 25 anni; i membri di British Council, Goethe Institute, FAI; i possessori di Campania ArteCard, Artecinemacard e BiblioNapolicard; i soci Arci Napoli, Touring Club e Società Dante Alighieri.

Ingresso ridotto al 50% per il personale docente e non docente dell’Università di Napoli “L’Orientale”, dell’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa, dell’Accademia di Belle Arti di Napoli, del dipartimento DISPAC dell’Università degli Studi di Salerno e dell’Università degli Studi del Sannio.

Ingresso ridotto al 50%, esteso ad un accompagnatore, per il personale del Teatro stabile di Napoli e per i visitatori che esibiscono un biglietto dello spettacolo in scena in una delle sale gestite dall’Associazione Teatro Stabile della Città di Napoli (Mercadante, San Ferdinando, Ridotto).

Bonus Cultura Giovani

Il museo Madre aderisce con la Biglietteria e il Bookshop all’iniziativa di promozione culturale destinata ai neo-diciottenni, a cura del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e della Presidenza del Consiglio dei Ministri.
www.18app.italia.it

 

Napoli Medievale. Lo splendore dei “secoli bui”

san lorenzo2_resize

 Sabato 11 Febbraio, ore 10.30

Napoli Medievale. Lo splendore dei “secoli bui”

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIAcontributo di partecipazione  8 €

Appuntamento in piazza Crocelle ai Mannesi, davanti alla Chiesa di S. Giorgio Maggiore

 

Il primo itinerario alla scoperta della storia di Napoli dall’età tardo antica al basso medioevo sarà dedicato alle importanti basiliche paleocristiane di San Severo, Santa Restituta con il battistero di San Giovanni in Fonte e San Lorenzo e alla loro evoluzione nel corso dei secoli. Ripercorreremo la storia di una Napoli poco nota, seguendo le tracce dei primi Cristiani attraverso i monumenti fino a giungere allo splendore della Napoli trecentesca che vide all’opera intellettuali ed artisti  del calibro di Petrarca, Boccaccio, Tino di Camaino, Giotto, Simone Martini e tanti altri.

Per contatti e prenotazioni:
3494570346 – info@archeologianapoli.com
Prenota online su: http://archeologianapoli.com/itinerari/napoli.html

 

Pausilypon. Otium e potere imperiale

pausilypon weblow

Sabato 4 febbraio, ore 10.30

Pausilypon. Otium e potere imperiale

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA- contributo di partecipazione 8 €

Appuntamento ore 10.15 nei pressi dell’ingresso della grotta di Seiano (alla rotonda panoramica affacciata su Nisida)

Paesaggi mozzafiato, un teatro, un odeon, piscine, giardini pensili, grandiosi padiglioni abbelliti da marmi preziosi costruiti a picco sul mare, si dispiegavano sotto gli occhi attoniti dei visitatori che, appena usciti dalla buia Grotta di Seiano che dava accesso alla villa, restavano abbagliati dalla grandiosità della residenza dell’imperatore.

La visita si svolgerà solo se si raggiungerà un numero minimo di adesioni
Per contatti e prenotazioni*:
3494570346 – info@archeologianapoli.com
Prenota online su: http://archeologianapoli.com/itinerari/posillipo.html

 

*La prenotazione va effettuata esclusivamente attraverso i canali sopra elencati entro e non oltre le ore 19.00  del giorno  che precede l’evento. Bisognerà indicare il cognome, il numero di persone per cui si intende prenotare e un numero cellulare di riferimento.

 

Il Museo Archeologico di Napoli dall’Egitto a Carlo III

mann0009

Venerdi 6 Gennaio, ore 17.00

Il Museo Archeologico di Napoli dall’Egitto a Carlo III

Appuntamento allo scalone esterno del Museo, ore 16.45
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA- Contributo di partecipazione 8 € (NON include il biglietto d’ingresso al Museo*) (massimo 20 persone)

La visita la Museo Archeologico Nazionale di Napoli, avrà come oggetto i monumenti recentemente restituiti al pubblico.

La collezione egizia riaperta di recente con un nuovo e accattivante allestimento è tra gioielli che fa del Museo di Napoli uno dei più importanti al mondo.  La collezione enumera 2500 pezzi che permettono di  ripercorrere circa tre millenni dell’antica e grandiosa civiltà.

Si tratta della più antica collezione egizia d’Europa, che risulta di grande interesse sia per la storia dell’archeologia che del collezionismo.

La celeberrima Testa Carafa che prende nome dalla sua antica collocazione, ossia  il monumentale cortile de Palazzo di Diomede Carafa a San Biagio dei Librai. La Testa di Cavallo è uno dei simboli della nostra città, lungamente ritenuta antica e opera di Virgilio Mago e oggi attribuita a Donatello, fu donata nel 1809 all’allora Real Museo Borbonico.

La visita si chiuderà con l mostra dedicata a Carlo III di Borbone, appena inaugurata, dove assaporeremo la grandezza e il fervore artistico e intellettuale della  corte di Carlo III, vedremo come la scoperta delle Antichità di Ercolano e Pompei ha influenzato la cultura europea.

 

Per contatti e prenotazioni**:
3494570346 – info@archeologianapoli.com
Prenota online su: http://archeologianapoli.com/itinerari/napoli.html

**La prenotazione va effettuata esclusivamente attraverso i canali sopra elencati entro e non oltre le ore 19.00  del giorno  che precede l’evento. Bisognerà indicare il cognome, il numero di persone per cui si intende prenotare e un numero cellulare di riferimento.

 

 

 

*

BIGLIETTI 
Intero: € 12.00 Ridotto: € 6.00
Promozione Trenitalia
Fino al 31 dicembre 2017 i visitatori che raggiungeranno il MANN viaggiando con Trenitalia potranno approfittare della Promo 2×1. Per i soci CartaFRECCIA e per chi decide di raggiungere il capoluogo campano con le Frecce 2 ingressi al prezzo di 1!
Riduzioni: – cittadini di età compresa tra i 18 e i 24 anni compiuti della comunità europea in base alla legge 28.09.1999 n. 275, e successive integrazioni tramite lettere ministeriali.
– docenti della comunità europea con incarico a tempo indeterminato delle scuole statali.
Gratuito: – cittadini sotto i 18 anni della comunità europea ed extracomunitari

 

Nero Napoletano

corpo di Napoli

47 MORTO CHE PARLA…NERO NAPOLETANO

ArcheologiaNapoli & VIVIQuartiere

Sabato 17 Dicembre, ore 20.30

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA- contributo di partecipazione €8 a persona

Appuntamento in Piazza San Domenico Maggiore, nei pressi della guglia

 Un percorso nel cuore antico di Napoli, che attraverso il gioco del lotto e la cabala, racconterà Virgilio Mago, il fantasma di Maria d’Avalos, il Principe di Sansevero, le ianare ed il diavolo maiale, le “anime do priatorio”tra folklore ed antropologia, religiosità e superstizione, esoterismo e mistero.

 

Per contatti e prenotazioni*:

ArcheologiaNapoli
3494570346 – info@archeologianapoli.com
Prenota direttamente su: http://archeologianapoli.com/

*La prenotazione va effettuata esclusivamente attraverso i canali sopra elencati entro e non oltre le ore 19.00  del giorno  che precede l’evento. Bisognerà indicare il cognome, il numero di persone per cui si intende prenotare e un numero cellulare di riferimento.

 

1 2 3 4 5 7