Napoli, Caravaggio e il Barocco. Genio, follia e teatro

Share

Sabato 10 Novembre, ore 10.30

Napoli, Caravaggio e il Barocco. Genio, follia e teatro

Appuntamento davanti al Duomo di Napoli, ore 10.15

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA- Contributo di partecipazione 8€ (nel contributo di partecipazione NON è incluso il Biglietto d’ingresso al Pio Monte della Misericordia)

La Cappella del Tesoro di San Gennaro, la guglia dedicata al Santo protettore di Napoli, il Pio Monte della Misericordia. Tra i capolavori dell’arte del barocco Napoletano e l’assoluta genialità del Caravaggio, una mattinata all’insegna della meraviglia.

Si visiterà la Cappella del Tesoro di San Gennaro, e il Pio Monte della Misercordia (chiesa e Quadreria)

 

La visita sarà tenuta da un professionista dei Beni Culturali – Guida abilitata della Regione Campania
Il tour avrà luogo solo se si raggiungerà un numero minimo di partecipanti.

 

Per contatti e prenotazioni*:
3494570346 – info@archeologianapoli.com
Prenota online su: www.archeologianapoli.com

*La prenotazione va effettuata esclusivamente attraverso i canali sopra elencati entro e non oltre le ore 19.00 del giorno che precede l’evento. Bisognerà indicare il cognome, il numero di persone per cui si intende prenotare e un numero cellulare di riferimento.

 

Alla scoperta dei “Tesori nascosti”

Share

 Sabato 8 Luglio, ore 18.30

Alla scoperta dei “Tesori nascosti”

Appuntamento presso Santa Maria Maggiore della Pietrasanta, lungo via dei Tribunali, ore 18.30
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA- Contributo di partecipazione 15 € comprensivo del biglietto d’ingresso alla mostra

L’interessante mostra “I Tesori nascosti. Tino di Camaino, Caravaggio, Gemito”, curata da Vittorio Sgarbi,  sarà ospitata fino al 20 luglio all’interno della Basilica di Santa Maria Maggiore della Pietrasanta a Napoli, recentemente restaurata con fondi Unesco.

L’esposizione  si pregia di oltre cento opere d’arte italiana dal Medioevo al Novecento; in un arco temporale di oltre sette secoli, si darà conto dell’evoluzione degli stili, delle correnti e degli snodi fondamentali della storia dell’arte italiana.

Sono esposti dipinti e sculture di proprietà di fondazioni bancarie, istituzioni e collezionisti privati non esposti nei musei pubblici, con l’obiettivo di valorizzare, come indica il titolo stesso, un patrimonio artistico “nascosto” e approfondire la peculiare e complessa “geografica artistica” italiana attraverso le opere di Tino di Camaino, Teodoro d’Errico, Giovanni Lanfranco, Gemito ci sono infatti anche opere di Saverio Ierace, Giuseppe Ribeira, Luca Giordano, Francesco Solimena, Antoon Smick Pitloo, Filippo Palizzi, Domenico Morelli, Giorgio de Chirico, Giorgio Morandi, Antonio Ligabue e tanti altri.

Per contatti e prenotazioni
infoline: 3494570346
email: info@archeologianapoli.com
Prenota direttamente su: www.archeologianapoli.com

 

Per contatti e prenotazioni
infoline: 3494570346
email: info@archeologianapoli.com
Prenota direttamente su: www.archeologianapoli.com

 

 

Cronache dello splendore di un Regno. Salvatore Fergola

Share

Cronache dello splendore di un Regno. Salvatore Fergola

Domenica 12 marzo ore 10.30

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA – contributo di partecipazione 8 € (il contributo NON include il biglietto del Museo*)

 Appuntamento, ore 10.15, all’ingresso di Palazzo Zevallos, via Toledo, 185

La visita sarà dedicata alla scoperta del Palazzo Zevallos Stigliano, costruito su disegno di Cosimo Fanzago tra il 1637 ed il 1639, per volere di Giovanni Zevallos. Si tratta di un palazzo dalla storia complessa, passato di mano in mano fino al definitivo acquisto da parte della  Banca Commerciale Italiana (oggi Intesa Sanpaolo) che affidò la ristrutturazione all’architetto Luigi Platania.

Oltre ad ammirare lo splendido palazzo, visteremo collezione permanente che consta di  120 opere dal Seicento al Novecento, tra cui  il Martirio di Sant’Orsola, l’ultima opera eseguita a Napoli da Caravaggio.

Particolare riguardo sarà dato alla mostra dedicata ad un pittore della corte di Francesco I e di Ferdinando II di Borbone, Salvatore Fergola. Si tratta di più di 60 dipinti, in cui il pittore e cronista, racconta dettagliatamente il  progresso avviato dai sovrani, come nel bellissimo dipinto “Inaugurazione della strada di ferro eseguita in Napoli nell’ottobre 1839”, ovvero l’avvio della prima ferrovia in Italia, ci racconta di un Regno, quello dei Borbone, al massimo dello splendore.

 

Per contatti e prenotazioni*:
3494570346 – info@archeologianapoli.com
Prenota online su: http://archeologianapoli.com/itinerari/napoli.html

 

 

* Biglietto, 5 euro/ ridotto 3

**La prenotazione va effettuata esclusivamente attraverso i canali sopra elencati entro e non oltre le ore 19.00  del giorno  che precede l’evento. Bisognerà indicare il cognome, il numero di persone per cui si intende prenotare e un numero cellulare di riferimento.

La chiesa della Regina. Donnaregina Vecchia e Nuova

Share

La chiesa della Regina. Donnaregina Vecchia e Nuova

Sabato 6 febbraio, ore 10.30

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA- contributo di partecipazione € 8 a persona (NON include il biglietto d’ingresso al Museo Diocesano e alle chiese)

Appuntamento a Largo Donnaregina, davanti chiesa di Donnaregina Nuova.

 

Le due chiese, quella medievale e circa trecento anni più tardi quella barocca, sono sorte sulle ceneri del complesso monastico  detto San Pietro al Monte di Domina Regina, probabilmente in riferimento alla proprietaria dei terreni.

Il monastero, distrutto da un terremoto,  fu adottato dalla moglie di Carlo II d’Angiò, Maria d’Ungheria, madre del francescano Ludovico vescovo di Tolosa (santo nel 1317) e di Roberto, futuro re di Napoli. La chiesa angioina rimane una testimonianza della politica della regina e della sua “santa stirpe” e soprattutto dello splendore dell’epoca angioina che vide lavorare i maggiori artisti e letterati dell’epoca. In particolare, si conserva il meraviglioso ciclo di affreschi attribuito alla bottega di Pietro cavallini e il monumento sepolcrale della regina scolpito da Tino da Camaino.

La monumentale chiesa di Donnaregina nuova è caratterizzata da immense volumetrie e una profusione di marmi, tele e affreschi del ‘600 e ‘700.

Tra i vari motivi d’interesse che il complesso offre c’è anche lo spettacolare restauro effettuato dal Chierici che separò le due chiese unite nella fabbrica seicentesca.

A termine del percorso si visiterà  l’interessante collezione del Museo Diocesano con oggetti d’arte provenienti da diverse chiese di Napoli chiuse e ormai inaccessibili.

 

Per contatti e prenotazioni
infoline: 3494570346
email: info@archeologianapoli.com
Prenota direttamente su:
www.archeologianapoli.com

 

 

 

Una mattina dal Principe. Visita alla Cappella Sansevero

Share

Domenica 19 Luglio, ore 10.00

Una mattina dal Principe… Visita alla Cappella Sansevero

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA – contributo di partecipazione 7 € (non è incluso il biglietto d’ingresso alla Cappella Sansevero)

Una domenica mattina tra miti, leggende, bellezza e meraviglia. Apparati barocchi, feste di piazza, fantasmi, macchine da festa e palazzi di straordinaria bellezza. Un percorso nel cuore antico di Napoli tra folklore e antropologia, religiosità e superstizione, esoterismo e mistero che si chiuderà con la visita alla Cappella Sansevero.  Un  nobile mausoleo  che racchiude nei suoi straordinari apparati decorativi la poliedrica personalità del suo geniale ideatore Raimondo di Sangro, settimo principe di Sansevero.

 

 

Per contatti e prenotazioni
infoline: 3494570346
email: info@archeologianapoli.com
Prenota direttamente su:
http://archeologianapoli.com/itinerari/napoli.html

 

 

Advocata, dalla Metropolitana di Salvator Rosa a Piazza Dante

Share

Sabato 30 Maggio, ore 10.00

Advocata, dalla Metropolitana di Salvator Rosa a Piazza Dante

RENOTAZIONE OBBLIGATORIA – contributo di partecipazione € 7  a persona

Appuntamento davanti alla stazione Salvator Rosa – Metro linea 1

Si partirà dal verdeggiante giardino terrazzato della stazione della Metro linea 1 Salvator Rosa, dove, tra le opere di Mimmo e Salvatore Palladino, Enzo Cucchi, Ernesto Tatafiore, Renato Barisani, emergono tratti della storia della città di Napoli. Da qui discenderemo l’antica via per colles, di cui si conserva il ponte romano, passando tra le chiese della Trinità e S. Maria della Pazienza alla Cesarea, per inoltrarsi nei vicoli di Pontecorvo e Tarsia tra palazzi nobiliari e le chiese di Gesù e Maria e San Giuseppe degli Scalzi a Pontecorvo.

 

La certosa di San Martino. Chiostri, giardini e collezioni d’arte

Share

Sabato 30 Maggio, ore 10.30

La certosa di San Martino. Chiostri, giardini e collezioni d’arte

 PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA – contributo di partecipazione € 7  a persona (nel contributo di partecipazione NON è incluso il biglietto d’ingresso alla Certosa di San Martino)

Appuntamento davanti all’ingresso della Certosa

Edificata nel 1325 in cima a un colle che abbraccia l’intero golfo napoletano per volere di Carlo d’Angiò, duca di Calabria, la Certosa di San Martino, meravigliosa struttura costruita secondo i canoni architettonici dell’Ordine dei certosini, ospita un itinerario museale che alterna testimonianze della storia di Napoli, dei presepi e della chiesa, uno dei più riusciti esempi di architettura e arte barocca, a panorami mozzafiato percepibili da loggiati, belvederi e giardini.

 

 

Per contatti e prenotazioni:
3494570346 – info@archeologianapoli.com
Prenota online su: http://archeologianapoli.com/itinerari/napoli.html

AD CARBONETUM…San Giovanni a Carbonara e dintorni

Share

Sabato 18 aprile, ore 10.30

AD CARBONETUM…San Giovanni a Carbonara e dintorni

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA – contributo di partecipazione 7 €
Appuntamento ore 10.30 davanti alla chiesa di San Giovanni a Carbonara

Dall’acquedotto romano alla presa di Belisario, gli amori della regina Giovanna, il carbonarius , le giostre medievali, i capolavori d’arte e la memoria degli angioini nella Chiesa di San Giovanni a Carbonara, i nobili napoletani, S. Sofia e il capolavoro del barocco napoletano, la chiesa dei Santi Apostoli. Una carrellata tra splendide opere d’arte dal’ 300 al ‘700.

Per contatti e prenotazioni
infoline: 3494570346
email: info@archeologianapoli.com
Prenota direttamente su:
http://archeologianapoli.com/itinerari/napoli.html

Napoli. Storie e Leggende

Share

Domenica 22 Marzo, ore 10.30

Napoli. Storie e leggende

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA – contributo di partecipazione 7 € (non è incluso il biglietto d’ingresso alla Cappella Sansevero)

Un percorso storico-leggendario tra sinfonie scolpite nella pietra, presenze demoniache, malocchio, aneddoti, curiosità, “pietre e pertusi”, Janare, diavoli, apparizioni, fantasmi e l’immancabile figura del “Principe Diavolo” Raimondo de Sangro Principe di Sansevero.

Napoli è uno dei luoghi dove realtà storica e tradizione leggendaria si intrecciano sino a diventare inestricabili e solo attraverso le storie e i racconti popolari si può ricostruire la storia, capire il carattere e l’essenza di questa incredibile città.

L’itinerario partirà da Piazza del Gesù (esoterismo, presenze demoniache e malocchio), per poi digerirsi verso piazza Dante (l’orologio)  e attraverso Port’alba (o’ pertus), passare per le mura di piazza Bellini (e’ pret’) e per l’interessante complesso della Pietrasanta (diavoli e pietre miracolose), fino a giungere al tempio iniziatico del Principe Diavolo, il Testamento di Pietra di uno degli intellettuali più geniali del Settecento napoletano, Il Principe di Sansevero.

 

Per contatti e prenotazioni
infoline: 3494570346
email: info@archeologianapoli.com
Prenota direttamente su:
http://archeologianapoli.com/itinerari/napoli.html

 

 

 

Misteri, Fantasmi, Principi e Diavoli…

Share

Sabato 15 ottobre, ore 10.30
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA- contributo di partecipazione € 7 a persona

Appuntamento a piazza del Gesù, davanti all’infopoint turistico

Passeggiata nel cuore di Napoli attraverso i luoghi del mito, tra teorie esoteriche, simboli
magici, presenze di spiriti erranti e antichi culti alla scoperta della doppia faccia di Napoli.

Chi lo vorrà, potra terminare con la passeggiata con la visita alla Cappella Sansevero

Per contatti e prenotazioni
infoline: 3494570346
email: info@archeologianapoli.com
Prenota direttamente su:
www.archeologianapoli.com