Tag Archives: Napoli medievale

Le Basiliche paleocristiane di Cimitile

edf
FacebookTwitterGoogle+LinkedInWhatsAppGoogle BookmarksPinterestPrintCondividi

Sabato 13 Gennaio, ore 10.30

Le Basiliche paleocristiane di Cimitile

 

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA – contributo di partecipazione  10 € (NON include il biglietto d’ingresso 4 €) 

Appuntamento davanti all’ingresso del sito-ore 10.15

Il complesso di Cimitile nei pressi di Nola è uno dei più interessanti siti paleocristiani d’Italia. Esso mostra testimonianze della cristianità dal III secolo d.C. fino ad oggi senza soluzione di continuità attraverso una stratificazione secolare di architetture ed eccezionali apparati decorativi (pitture, sculture e mosaici) che rendono il sito unico ed enormemente affascinante.

Le basiliche sviluppatesi nel sito antico cimitero di epoca romana databile tra il II e il III secolo d.C, dove i grandiosi mausolei provano la grandezza di Nola e la ricchezza del suo territorio, l’ager nolanus , e allo stesso tempo testimoniano la diffusione del culto cristiano come dimostrano le pitture a tema biblico.

Il complesso basilicale si sviluppò intorno alla tomba di San Felice , un martire senza martirio. Dal IV secolo vennero costruiti i primi edifici, presso i quali numerosi pellegrini giungevano per rendere omaggio al martire. Grazie all’opera di San Paolino da Nola, un nobile Romano che fu governatore della Campania, il complesso fu collegato a Nola da una strada e fu servito dall’acquedotto proveniente da Abella. Egli si adoperò per tutta la sua vita per i nolani e, divenuto vescovo, fece costruire una grandiosa Basilica, sacrificò ogni ricchezza e infine sé stesso per liberare i nolani fatti prigionieri dai Visigoti.

Anche dopo la morte di San Paolino il complesso continuò a crescere e ad arricchirsi di grandiosi edifici.

 

La visita sarà tenuta da un professionista dei Beni Culturali – Guida abilitata della Regione Campania
Il tour avrà luogo solo se si raggiungerà un numero minimo di partecipanti.

Per contatti e prenotazioni*:
3494570346 – info@archeologianapoli.com
Prenota online su:www.archeologianapoli.com

 

*La prenotazione va effettuata esclusivamente attraverso i canali sopra elencati entro e non oltre le ore 19.00  del giorno  che precede l’evento. Bisognerà indicare il cognome, il numero di persone per cui si intende prenotare e un numero cellulare di riferimento.

I Sotterranei del Maschio Angioino e l’antico Largo delle Corregge

maschio

I Sotterranei del Maschio Angioino e l’antico Largo delle Corregge

Sabato 28 ottobre, ore 11.00

Appuntamento: angolo Via Medina/Via Diaz, nei pressi della questura
Prenotazione obbligatoria – contributo di partecipazione: € 15 ( include il biglietto d’ingresso al Maschio Angioino e percorso ai sotterranei)

Percorso alla scoperta dell’antico centro direzionale della Napoli angioina, il cosiddetto Largo delle Corregge, corrispondente con l’area attualmente occupata da piazza Municipio e via Medina. Sorto intorno al Castel Nuovo, fu sede di nobili palazzi di cui si è trovata traccia negli scavi della Metropolitana, ospitò le giostre dei cavalieri e venne obliterato nel XVI secolo in occasione della costruzione delle mura vicereali intorno al Castel Nuovo.

L’unico edificio superstite è la Chiesa dell’Incoronata che attualmente si trova ad una quota più bassa rispetto al piano di via Medina. Dedicata alla Santa Corona di Spine, venne fondata dalla regina Giovanna I.

 

l’itinerari terminerà con la visita ai sotterranei del castello, formati da due ambienti posti nello spazio sottostante alla Cappella Palatina, la cosiddetta “fossa del miglio” ma conosciuto più comunemente come “fossa del coccodrillo”, e la “prigione della congiura dei Baroni”. L’area, interdetta per decenni, è stata ripulita e resa fruibile per il percorso che si snoderà lungo i luoghi più belli e significativi del “Castrum Novum”

 

La visita sarà tenuta da un archeologo professionista – Guida abilitata della Regione Campania
Il tour avrà luogo solo se si raggiungerà un numero minimo di partecipanti.

 

Per contatti e prenotazioni*:
3494570346 – info@archeologianapoli.com
Prenota online su: www.archeologianapoli.com

*La prenotazione va effettuata esclusivamente attraverso i canali sopra elencati entro e non oltre le ore 19.00  del giorno  che precede l’evento. Bisognerà indicare il cognome, il numero di persone per cui si intende prenotare e un numero cellulare di riferimento.

 

 

 

 

Napoli Medievale. Arte, bellezza e potere

image

Sabato 21 ottobre, ore 10.30

Napoli Medievale. Arte, bellezza e potere

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA- Contributo di partecipazione 8€ (nel contributo di partecipazione NON è incluso il Biglietto d’ingresso al Complesso di Donnaregina)

Appuntamento in via Carbonara, davanti alla Chiesa di San Giovanni a Carbonara, ore 10.15
Il secondo itinerario dedicato alla Napoli Medievale e allo splendore dei cosiddetti “secoli bui” toccherà le chiese di San Giovannia Carbonara e Donnaregina Vecchia.

I due complessi, tra i più suggestivi di Napoli, mostrano cicli d’affreschi eccezionalmente conservati e le monumentali tombe di Maria d’Ungheria moglie di Carlo II d’Angiò e Ladislao di Durazzo.

I sensazionali apparati  decorativi e la peculiarità delle architetture, in particolare  Donnaregina, attraverso  messaggi, talvolta espliciti, manifestano il linguaggio del potere dei sovrani e ci raccontano la storia di Napoli dall’apogeo degli Angioni al declino della dinastia fino alla conquista aragonese.

La visita sarà tenuta da un archeologo professionistaGuida abilitata della Regione Campania
Il tour avrà luogo solo se si raggiungerà un numero minimo di partecipanti.

 

Per contatti e prenotazioni*:
3494570346 – info@archeologianapoli.com
Prenota online su: www.archeologianapoli.com

*La prenotazione va effettuata esclusivamente attraverso i canali sopra elencati entro e non oltre le ore 19.00  del giorno  che precede l’evento. Bisognerà indicare il cognome, il numero di persone per cui si intende prenotare e un numero cellulare di riferimento.

 

 

 

 

 

Napoli Medievale. Le origini di una Capitale

006b

Sabato 4 Marzo, ore 10.00

Napoli Medievale. Le origini di una Capitale

Appuntamento angolo via Duomo – via Marina, ore 10.00

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA- Contributo di partecipazione 10€ (parte del contributo sarà destinato al sostegno delle attività sul territorio svolte dalla parrocchia di Santa Maria Egiziaca a Forcella)

 

Il quarto percorso dedicato alla Napoli Medievale abbraccerà l’area del mercato e di Forcella. Si partirà dal Campo Moricino, teatro della cruenta esecuzione di Corradino di Svevia, divenne il Foro Magno nei primi anni della dominazione angioina. Il “Mercato Nuovo” occupa un’area di 3 ettari che dal 1302 fu affrancata da qualsiasi vincolo di proprietà ecclesiastica. Si tratta di una testimonianza della vocazione marittima e mercantile di Napoli, che la rese una delle città più importanti del Mezzogiorno e poi, con Carlo I d’Angiò, il centro politico sociale ed economico di un regno di respiro internazionale. 

Durante l’itinerario ripercorreremo luoghi e tappe della storia che elevò Napoli al rango di Capitale. Visiteremo l’antica San Giovanni a Mare risalente al XII secolo, Sant’Eligio Maggiore e Sant’Agrippino a Forcella entrambe edificate a partire dal 1270. Vedremo le spoglie dell’antichissima chiesa di Santa Maria a Piazza, risalente al IV secolo d.C., che ha ospitato le spoglie del duca Bono (832-834).

Per contatti e prenotazioni*:
3494570346 – info@archeologianapoli.com
Prenota online su: http://archeologianapoli.com/itinerari/napoli.html

P

*La prenotazione va effettuata esclusivamente attraverso i canali sopra elencati entro e non oltre le ore 19.00  del giorno  che precede l’evento. Bisognerà indicare il cognome, il numero di persone per cui si intende prenotare e un numero cellulare di riferimento.

 

La città a strati. Il complesso di San Lorenzo Maggiore e il foro di Neapolis

Immagine1

Domenica 13 Marzo, ore 10.00

La città a strati. Il complesso di San Lorenzo Maggiore e il foro di Neapolis

Appuntamento a piazza san Gaetano, sotto la statua del santo.

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA- Contributo di partecipazione 8€ (nel contributo di partecipazione NON è incluso il Biglietto d’ingresso agli scavi di San Lorenzo Maggiore che costerà 7€ invece che 9€)

Itinerario verticale alla scoperta della storia di Napoli strato per strato. Visiteremo il complesso di San Lorenzo Maggiore, dove in un unico luogo avremo modo di ammirare testimonianze dal ‘900 al III secolo a.C. Partendo dal centro della città barocca, con la nuova chiesa dei Teatini, passeremo allo splendore del medioevo nella basilica di San Lorenzo, dove ammireremo la grandiosa fabbrica gotica e i resti di quella paleocristiana, per attraversare chiostri settecenteschi e imponenti sale affrescate fino a scendere nel sottosuolo dove ci aspetta la Napoli bizantina, romana e greca.

 

 

 

Per contatti e prenotazioni
infoline: 3494570346
email: info@archeologianapoli.com
Prenota direttamente su:
http://archeologianapoli.com/itinerari/napoli.html

 

 

Il Largo delle Corregge, la chiesa della Regina e il Castel Nuovo

Il Largo delle Corregge, la Chiesa della Regina e il Castel Nuovo

Sabato 20 febbraio, ore 10.15

Appuntamento alla Chiesa dell’Incoronata su via Medina
Prenotazione obbligatoria – contributo di partecipazione: € 8 (non include il biglietto d’ingresso al Maschio Angioino)

Percorso alla scoperta dell’antico centro direzionale della Napoli angioina, il cosiddetto Largo delle Corregge, corrispondente con l’area attualmente occupata da piazza Municipio e via Medina. Sorto intorno al Castel Nuovo, fu sede di nobili palazzi di cui si è trovata traccia negli scavi della Metropolitana, ospitò le giostre dei cavalieri e venne obliterato nel XVI secolo in occasione della costruzione delle mura vicereali intorno al Castel Nuovo.

L’unico edificio superstite è la Chiesa dell’Incoronata che attualmente si trova ad una quota più bassa rispetto al piano di via Medina. Dedicata alla Santa Corona di Spine, venne fondata dalla regina Giovanna I.

La chiesa mostra gli  straordinari affreschi trecenteschi del giottesco Roberto d’Oderisio.

Si visiterà inoltre il Castel Nuovo che, seppur nell’aspetto attuale risale all’epoca aragonese, conserva al suo interno preziose testimonianze della storia di Napoli.

Telefono:3494570346
email: info@archeologianapoli.com
Prenota direttamente su: www.archeologianapoli.com

 

La chiesa della Regina. Donnaregina Vecchia e Nuova

2jpg

La chiesa della Regina. Donnaregina Vecchia e Nuova

Sabato 6 febbraio, ore 10.30

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA- contributo di partecipazione € 8 a persona (NON include il biglietto d’ingresso al Museo Diocesano e alle chiese)

Appuntamento a Largo Donnaregina, davanti chiesa di Donnaregina Nuova.

 

Le due chiese, quella medievale e circa trecento anni più tardi quella barocca, sono sorte sulle ceneri del complesso monastico  detto San Pietro al Monte di Domina Regina, probabilmente in riferimento alla proprietaria dei terreni.

Il monastero, distrutto da un terremoto,  fu adottato dalla moglie di Carlo II d’Angiò, Maria d’Ungheria, madre del francescano Ludovico vescovo di Tolosa (santo nel 1317) e di Roberto, futuro re di Napoli. La chiesa angioina rimane una testimonianza della politica della regina e della sua “santa stirpe” e soprattutto dello splendore dell’epoca angioina che vide lavorare i maggiori artisti e letterati dell’epoca. In particolare, si conserva il meraviglioso ciclo di affreschi attribuito alla bottega di Pietro cavallini e il monumento sepolcrale della regina scolpito da Tino da Camaino.

La monumentale chiesa di Donnaregina nuova è caratterizzata da immense volumetrie e una profusione di marmi, tele e affreschi del ‘600 e ‘700.

Tra i vari motivi d’interesse che il complesso offre c’è anche lo spettacolare restauro effettuato dal Chierici che separò le due chiese unite nella fabbrica seicentesca.

A termine del percorso si visiterà  l’interessante collezione del Museo Diocesano con oggetti d’arte provenienti da diverse chiese di Napoli chiuse e ormai inaccessibili.

 

Per contatti e prenotazioni
infoline: 3494570346
email: info@archeologianapoli.com
Prenota direttamente su:
www.archeologianapoli.com