Ad Carbonetum. San Giovanni a Carbonara e dintorni

Share

Sabato 1 Aprile, ore 10.30

Ad Carbonetum. San Giovanni a Carbonara e dintorni

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA – contributo di partecipazione 8 €

Appuntamento ore 10.30 davanti alla chiesa di San Giovanni a Carbonara

 

Breve descrizione dell’iniziativa: Itinerario alla scoperta dell’antico Carbonarius, luogo ricco di storia e leggenda: l’acquedotto romano, la presa di Napoli da parte di  Belisario, gli amori della regina Giovanna, le giostre medievali, il parco di Re Ladislao, i capolavori d’arte e la memoria degli Angioini nella Chiesa di San Giovanni a Carbonara, i nobili napoletani, S. Sofia e il capolavoro del barocco napoletano, la chiesa dei Santi Apostoli. Ammireremo una rassegna di splendide opere d’arte da Trecento al Settecento.

 

Per contatti e prenotazioni:
3494570346 – info@archeologianapoli.com
Prenota online su: http://archeologianapoli.com/itinerari/napoli.html

*La prenotazione va effettuata esclusivamente attraverso i canali sopra elencati entro e non oltre le ore 19.00  del giorno  che precede l’evento. Bisognerà indicare il cognome, il numero di persone per cui si intende prenotare e un numero cellulare di riferimento.

 

 

 

 

Capodimonte alla scoperta di Van Gogh

Share

Sabato 25 febbraio, ore 10.30

Capodimonte alla scoperta di Van Gogh

 

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIAcontributo di partecipazione 8 € (il contributo NON include il biglietto del Museo)

Appuntamento, ore 10.15, davanti all’ingresso del Museo di Capodimonte

 

Per contatti e prenotazioni*:

infoline: 3494570346
email: info@archeologianapoli.com
Prenota direttamente su:

Prenota la visita al Museo

 

La Reggia di Capodimonte, voluta da Carlo di Borbone nel fitto bosco che domina dalla collina la città di Napoli, ospita l’appartamento reale e un Museo con una delle più importanti raccolte di opere d’arte d’Europa. Vi sono esposti dipinti di pittori italiani e internazionali dal Duecento ai giorni nostri, unico esempio in Italia: Tiziano, Caravaggio, Botticelli, Goya, Masaccio, Carracci, Bruegel, Mantegna, Morelli, Toma, Warhol, Burri e molti altri.

Ammireremo tra le le tante meraviglie, l’esposizione “Van Gogh. I capolavori ritrovati” che ospita ancora per pochi giorni, prima di tornare in Olanda, i due dipinti di Vincent Van Gogh, Paesaggio marino a Scheveningen del 1882 e Una congregazione che esce dalla Chiesa Riformata di Nuenen del 1884/85, rubati 14 anni fa al Van Gogh Museum di Amsterdam e ritrovati dalla Guardia di Finanza in un covo della camorra, a settembre dello scorso anno.

 

*La prenotazione va effettuata esclusivamente attraverso i canali sopra elencati entro e non oltre le ore 19.00  del giorno  che precede l’evento. Bisognerà indicare il cognome, il numero di persone per cui si intende prenotare e un numero cellulare di riferimento.

 

Pausilypon. Otium e potere imperiale

Share

Sabato 4 febbraio, ore 10.30

Pausilypon. Otium e potere imperiale

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA- contributo di partecipazione 8 €

Appuntamento ore 10.15 nei pressi dell’ingresso della grotta di Seiano (alla rotonda panoramica affacciata su Nisida)

Paesaggi mozzafiato, un teatro, un odeon, piscine, giardini pensili, grandiosi padiglioni abbelliti da marmi preziosi costruiti a picco sul mare, si dispiegavano sotto gli occhi attoniti dei visitatori che, appena usciti dalla buia Grotta di Seiano che dava accesso alla villa, restavano abbagliati dalla grandiosità della residenza dell’imperatore.

La visita si svolgerà solo se si raggiungerà un numero minimo di adesioni
Per contatti e prenotazioni*:
3494570346 – info@archeologianapoli.com
Prenota online su: http://archeologianapoli.com/itinerari/posillipo.html

 

*La prenotazione va effettuata esclusivamente attraverso i canali sopra elencati entro e non oltre le ore 19.00  del giorno  che precede l’evento. Bisognerà indicare il cognome, il numero di persone per cui si intende prenotare e un numero cellulare di riferimento.

 

Il Museo Archeologico di Napoli dall’Egitto a Carlo III

Share

Venerdi 6 Gennaio, ore 17.00

Il Museo Archeologico di Napoli dall’Egitto a Carlo III

Appuntamento allo scalone esterno del Museo, ore 16.45
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA- Contributo di partecipazione 8 € (NON include il biglietto d’ingresso al Museo*) (massimo 20 persone)

La visita la Museo Archeologico Nazionale di Napoli, avrà come oggetto i monumenti recentemente restituiti al pubblico.

La collezione egizia riaperta di recente con un nuovo e accattivante allestimento è tra gioielli che fa del Museo di Napoli uno dei più importanti al mondo.  La collezione enumera 2500 pezzi che permettono di  ripercorrere circa tre millenni dell’antica e grandiosa civiltà.

Si tratta della più antica collezione egizia d’Europa, che risulta di grande interesse sia per la storia dell’archeologia che del collezionismo.

La celeberrima Testa Carafa che prende nome dalla sua antica collocazione, ossia  il monumentale cortile de Palazzo di Diomede Carafa a San Biagio dei Librai. La Testa di Cavallo è uno dei simboli della nostra città, lungamente ritenuta antica e opera di Virgilio Mago e oggi attribuita a Donatello, fu donata nel 1809 all’allora Real Museo Borbonico.

La visita si chiuderà con l mostra dedicata a Carlo III di Borbone, appena inaugurata, dove assaporeremo la grandezza e il fervore artistico e intellettuale della  corte di Carlo III, vedremo come la scoperta delle Antichità di Ercolano e Pompei ha influenzato la cultura europea.

 

Per contatti e prenotazioni**:
3494570346 – info@archeologianapoli.com
Prenota online su: http://archeologianapoli.com/itinerari/napoli.html

**La prenotazione va effettuata esclusivamente attraverso i canali sopra elencati entro e non oltre le ore 19.00  del giorno  che precede l’evento. Bisognerà indicare il cognome, il numero di persone per cui si intende prenotare e un numero cellulare di riferimento.

 

 

 

*

BIGLIETTI 
Intero: € 12.00 Ridotto: € 6.00
Promozione Trenitalia
Fino al 31 dicembre 2017 i visitatori che raggiungeranno il MANN viaggiando con Trenitalia potranno approfittare della Promo 2×1. Per i soci CartaFRECCIA e per chi decide di raggiungere il capoluogo campano con le Frecce 2 ingressi al prezzo di 1!
Riduzioni: – cittadini di età compresa tra i 18 e i 24 anni compiuti della comunità europea in base alla legge 28.09.1999 n. 275, e successive integrazioni tramite lettere ministeriali.
– docenti della comunità europea con incarico a tempo indeterminato delle scuole statali.
Gratuito: – cittadini sotto i 18 anni della comunità europea ed extracomunitari

 

Mito e Natura al Museo Archeologico di Napoli

Share

Domenica 1 Maggio, ore 9.30

Mito e Natura al Museo Archeologico di Napoli

Le collezioni del Real Museo Borbonico al Museo Archeologico di Napoli

 

Appuntamento davanti alla stazione Museo – Metro linea 1 ore 9.40

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA- Contributo di partecipazione 10 €  (biglietto museo gratuito) (massimo 20 persone)

 

Per contatti e prenotazioni
infoline: 3494570346
email: info@archeologianapoli.com
Prenota direttamente su:
http://archeologianapoli.com/itinerari/napoli.html

In occasione delle prima domenica del mese e della settimana dei Musei, visiteremo il Museo Archeologico Nazionale di Napoli seguendo il filo della mostra “Mito e Natura. Dalla Grecia a Pompei”

Nell’antichità mito e natura sono legati indissolubilmente, l’uno è specchio e dell’altra. Sin dall’antica Grecia il mito spiega i fenomeni naturali e la rappresentazione della natura serve da ambientazione al mito in quanto immagine del mondo che è visto come teatro delle azioni umane.

La mostra recentemente inaugurata  ci condurrà attraverso le immagini della natura che comprendono ogni tipo di manufatto (ori, argenti, sculture, ceramica, affreschi, etc.) e raffigurano ogni aspetto della vita umana.

L’itinerario proseguirà attraverso le sale degli affreschi pompeiani e degli oggetti di uso quotidiano che fanno del Museo Archeologico Nazionale di Napoli uno dei più importanti al mondo.

 

Per contatti e prenotazioni
infoline: 3494570346
email: info@archeologianapoli.com
Prenota direttamente su:
http://archeologianapoli.com/itinerari/napoli.html

 

La città a strati. Il complesso di San Lorenzo Maggiore e il foro di Neapolis

Share

Domenica 13 Marzo, ore 10.00

La città a strati. Il complesso di San Lorenzo Maggiore e il foro di Neapolis

Appuntamento a piazza san Gaetano, sotto la statua del santo.

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA- Contributo di partecipazione 8€ (nel contributo di partecipazione NON è incluso il Biglietto d’ingresso agli scavi di San Lorenzo Maggiore che costerà 7€ invece che 9€)

Itinerario verticale alla scoperta della storia di Napoli strato per strato. Visiteremo il complesso di San Lorenzo Maggiore, dove in un unico luogo avremo modo di ammirare testimonianze dal ‘900 al III secolo a.C. Partendo dal centro della città barocca, con la nuova chiesa dei Teatini, passeremo allo splendore del medioevo nella basilica di San Lorenzo, dove ammireremo la grandiosa fabbrica gotica e i resti di quella paleocristiana, per attraversare chiostri settecenteschi e imponenti sale affrescate fino a scendere nel sottosuolo dove ci aspetta la Napoli bizantina, romana e greca.

 

 

 

Per contatti e prenotazioni
infoline: 3494570346
email: info@archeologianapoli.com
Prenota direttamente su:
http://archeologianapoli.com/itinerari/napoli.html

 

 

Il Largo delle Corregge, la chiesa della Regina e il Castel Nuovo

Share

Il Largo delle Corregge, la Chiesa della Regina e il Castel Nuovo

Sabato 20 febbraio, ore 10.15

Appuntamento alla Chiesa dell’Incoronata su via Medina
Prenotazione obbligatoria – contributo di partecipazione: € 8 (non include il biglietto d’ingresso al Maschio Angioino)

Percorso alla scoperta dell’antico centro direzionale della Napoli angioina, il cosiddetto Largo delle Corregge, corrispondente con l’area attualmente occupata da piazza Municipio e via Medina. Sorto intorno al Castel Nuovo, fu sede di nobili palazzi di cui si è trovata traccia negli scavi della Metropolitana, ospitò le giostre dei cavalieri e venne obliterato nel XVI secolo in occasione della costruzione delle mura vicereali intorno al Castel Nuovo.

L’unico edificio superstite è la Chiesa dell’Incoronata che attualmente si trova ad una quota più bassa rispetto al piano di via Medina. Dedicata alla Santa Corona di Spine, venne fondata dalla regina Giovanna I.

La chiesa mostra gli  straordinari affreschi trecenteschi del giottesco Roberto d’Oderisio.

Si visiterà inoltre il Castel Nuovo che, seppur nell’aspetto attuale risale all’epoca aragonese, conserva al suo interno preziose testimonianze della storia di Napoli.

Telefono:3494570346
email: info@archeologianapoli.com
Prenota direttamente su: www.archeologianapoli.com

 

La chiesa della Regina. Donnaregina Vecchia e Nuova

Share

La chiesa della Regina. Donnaregina Vecchia e Nuova

Sabato 6 febbraio, ore 10.30

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA- contributo di partecipazione € 8 a persona (NON include il biglietto d’ingresso al Museo Diocesano e alle chiese)

Appuntamento a Largo Donnaregina, davanti chiesa di Donnaregina Nuova.

 

Le due chiese, quella medievale e circa trecento anni più tardi quella barocca, sono sorte sulle ceneri del complesso monastico  detto San Pietro al Monte di Domina Regina, probabilmente in riferimento alla proprietaria dei terreni.

Il monastero, distrutto da un terremoto,  fu adottato dalla moglie di Carlo II d’Angiò, Maria d’Ungheria, madre del francescano Ludovico vescovo di Tolosa (santo nel 1317) e di Roberto, futuro re di Napoli. La chiesa angioina rimane una testimonianza della politica della regina e della sua “santa stirpe” e soprattutto dello splendore dell’epoca angioina che vide lavorare i maggiori artisti e letterati dell’epoca. In particolare, si conserva il meraviglioso ciclo di affreschi attribuito alla bottega di Pietro cavallini e il monumento sepolcrale della regina scolpito da Tino da Camaino.

La monumentale chiesa di Donnaregina nuova è caratterizzata da immense volumetrie e una profusione di marmi, tele e affreschi del ‘600 e ‘700.

Tra i vari motivi d’interesse che il complesso offre c’è anche lo spettacolare restauro effettuato dal Chierici che separò le due chiese unite nella fabbrica seicentesca.

A termine del percorso si visiterà  l’interessante collezione del Museo Diocesano con oggetti d’arte provenienti da diverse chiese di Napoli chiuse e ormai inaccessibili.

 

Per contatti e prenotazioni
infoline: 3494570346
email: info@archeologianapoli.com
Prenota direttamente su:
www.archeologianapoli.com

 

 

 

L’archeologia di Neapolis. Dagli scavi della Metropolitana a San Lorenzo Maggiore

Share

Domenica 24 Gennaio, ore 10.00

L’archeologia di Neapolis. Dagli scavi della Metropolitana a San Lorenzo Maggiore

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA- contributo di partecipazione € 8 a persona  (nel contributo di partecipazione NON è incluso il Biglietto d’ingresso agli scavi di San Lorenzo)
Appuntamento davanti alla stazione Museo – Metro linea 1

Si partirà dall’esposizione permanente dei reperti degli scavi della metropolitana di Napoli, per poi passare al tratto meglio conservato delle mura greche di Neapolis fino ai suggestivi scavi di San Lorenzo Maggiore dove si percorrerà una strada romana con le botteghe dell’antico mercato di Neapolis.

L’eventuale ingresso agli scavi (facoltativo) costerà 7€ invece che 9€.


Per contatti e prenotazioni
infoline: 3494570346
email: info@archeologianapoli.com
Prenota direttamente su:
http://archeologianapoli.com/itinerari/napoli.html

Da San Gennaro a Sansevero. Dal Duomo di Napoli alla Cappella Sansevero

Share

Sabato 15 e Domenica  16 Agosto ore 10.00

Da San Gennaro a Sansevero. Dal Duomo di Napoli alla Cappella Sansevero

 

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA– contributo di partecipazione 8 €

Per contatti: Infoline 3494570346 – info@archeologianapoli.com
Prenota direttamente su: http://archeologianapoli.com/itinerari/napoli.html

 

Appuntamento davanti al Duomo
Dal Duomo di Napoli, si passeggerà tra le perle del centro storico partenopeo, un museo a cielo aperto,  tra folklore e antropologia, religiosità e superstizione, esoterismo e mistero. La visita si chiuderà con la Cappella Sansevero,  un nobile mausoleo  che racchiude nei suoi straordinari apparati decorativi la poliedrica personalità del suo geniale ideatore Raimondo di Sangro, settimo principe di Sansevero.

 

 

La visita si terrà al raggiungimento del numero minimo di adesioni

 

 Ingresso Cappella Sansevero (biglietto ordinario: 7 euro (non incluso nel contributo di partecipazione) – artecard e ragazzi dai 10 ai 25 anni: 5 euro – minori di 10 anni: gratis)