Category Archives: Arte

Il Palazzo Reale di Napoli visita “A passo di carica”

FacebookTwitterGoogle+LinkedInWhatsAppGoogle BookmarksPinterestPrintCondividi

Domenica 7 Giugno, ore 16.30

Il Palazzo Reale di Napoli. Visita “A passo di carica”

Prenotazione obbligatoria – contributo di partecipazione: € 8

In occasione delle domeniche gratute nei Musei/siti statali, si visiterà il palazzo Reale di Napoli con particolare riguardo alla mostra dedicata a Murat in occasione del bicentenario della morte.

Gioacchino Murat, generale di Napoleone e re di Napoli dal 1808 al 1815, anno della sua morte, uno dei sovrani più amati dal popolo, Napoli rende omaggio con la mostra “A passo di carica” al Palazzo Reale. La mostra prevede l’esposizione più di 150 pezzi, molti provenienti da musei francesi e per la prima volta in Italia, tra cui anche due spade personali di Murat: una a lama, impugnata nella campagna d’Egitto e quella cerimoniale da “Maresciallo dell’Impero”. Ancora, porcellane, dipinti ed incisioni e pannelli multimediali che descriveranno gli anni del “Decennio francese” (1806-1815), in cui Il Regno delle due Sicilie ebbe come sovrani Giuseppe Bonaparte (fratello di Napoleone) e Gioacchino Murat.

La visita si terrà solo se si raggiungerà il numero minimo di adesioni.

 

Per contatti e prenotazioni
infoline: 3494570346
email: info@archeologianapoli.com
Prenota direttamente su:
http://archeologianapoli.com/itinerari/napoli.html

Napoli… La bellezza nascosta (Il chiostro di Sant’Agostino alla Zecca)

Sant'Agostino alla Zecca

 

 

Sabato 6 giugno, ore 10.00

Napoli… La bellezza nascosta (Il chiostro di Sant’Agostino alla Zecca)

Una passeggiata tra i vicoli del corso Umberto I e di Forcella che si chiuderà con l’esclusiva visita al Chiostro monumentale di Sant’Agostino alla Zecca.

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIAcontributo di partecipazione 7 € + 3€ di contributo all’Associazione culturale Mario Casolaro per finanziare il restauro del Chiostro di Sant’Agostino alla Zecca.

Appuntamento ore 10.00 a piazza Calenda, davanti alle mura greche

Napoli è una città grandiosa che si caratterizza per la peculiare complessità e gli estremi contrasti, sempre in bilico tra il bello e il terribile. Per le strade che percorriamo ogni giorno tra flussi di gente e veicoli, si nascondono testimonianze straordinarie della storia e dell’arte di Napoli.

Chi di noi non ha percorso il Corso Umberto I o meglio il “Rettifilo”?

Lungo la strada aperta durante il “Risanamento” si trovano decine di importanti e bellissimi monumenti.  La chiesa di Santa Maria Egiziaca a Forcella, un vero gioiello barocco, e, tra i vicoli che tagliano il Corso, si incontrano fontane monumentali, le mura greche della città, il complesso dell’Annunziata, il leggendario monastero di Sant’Arcangelo a Bajano, la grandiosa Insula agostiniana con la chiesa, chiusa ormai da trent’anni, e il monumentale chiostro barocco che, assieme alla Sala Capitolare di epoca angioina, si trova inglobato nel secondo piano di un palazzo del Corso Umberto I che visiteremo in esclusiva con Archeologia a Napoli.

Per contatti e prenotazioni
infoline: 3494570346
email: info@archeologianapoli.com
Prenota direttamente su:
http://archeologianapoli.com/itinerari/napoli.html

 

 

Advocata, dalla Metropolitana di Salvator Rosa a Piazza Dante

Sabato 30 Maggio, ore 10.00

Advocata, dalla Metropolitana di Salvator Rosa a Piazza Dante

RENOTAZIONE OBBLIGATORIA – contributo di partecipazione € 7  a persona

Appuntamento davanti alla stazione Salvator Rosa – Metro linea 1

Si partirà dal verdeggiante giardino terrazzato della stazione della Metro linea 1 Salvator Rosa, dove, tra le opere di Mimmo e Salvatore Palladino, Enzo Cucchi, Ernesto Tatafiore, Renato Barisani, emergono tratti della storia della città di Napoli. Da qui discenderemo l’antica via per colles, di cui si conserva il ponte romano, passando tra le chiese della Trinità e S. Maria della Pazienza alla Cesarea, per inoltrarsi nei vicoli di Pontecorvo e Tarsia tra palazzi nobiliari e le chiese di Gesù e Maria e San Giuseppe degli Scalzi a Pontecorvo.

 

La certosa di San Martino. Chiostri, giardini e collezioni d’arte

Sabato 30 Maggio, ore 10.30

La certosa di San Martino. Chiostri, giardini e collezioni d’arte

 PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA – contributo di partecipazione € 7  a persona (nel contributo di partecipazione NON è incluso il biglietto d’ingresso alla Certosa di San Martino)

Appuntamento davanti all’ingresso della Certosa

Edificata nel 1325 in cima a un colle che abbraccia l’intero golfo napoletano per volere di Carlo d’Angiò, duca di Calabria, la Certosa di San Martino, meravigliosa struttura costruita secondo i canoni architettonici dell’Ordine dei certosini, ospita un itinerario museale che alterna testimonianze della storia di Napoli, dei presepi e della chiesa, uno dei più riusciti esempi di architettura e arte barocca, a panorami mozzafiato percepibili da loggiati, belvederi e giardini.

 

 

Per contatti e prenotazioni:
3494570346 – info@archeologianapoli.com
Prenota online su: http://archeologianapoli.com/itinerari/napoli.html

Forcella, amori e passioni nel convento di San Arcangelo a Bajano

Sabato  2  Maggio, ore 10.00

Forcella, amori e passioni nel convento di San Arcangelo a Bajano

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIAcontributo di partecipazione 7 € + 3€ di contributo all’Associazione culturale Mario Casolaro per finanziare il restauro del Chiostro di Sant’Agostino alla Zecca.

Appuntamento in piazza Crocelle ai Mannesi, davanti alla Chiesa di S. Giorgio Maggiore

 

Per contatti e prenotazioni
infoline: 3494570346
email: info@archeologianapoli.com
Prenota direttamente su:
http://archeologianapoli.com/itinerari/napoli.html

 

Itinerario lungo via Vicaria vecchia, alla scoperta dei luoghi della leggenda del Convento di Sant’Arcangelo  a Baiano. Partendo dalla Chiesa di S. Giorgio Maggiore, passeggeremo tra le chiese di Santa Maria a Piazza, Sant’Agrippino a Forcella,  Sant’Arcangelo  a Baiano e chiuderemo il percorso con la visita al Chiostro di Sant’Agostino alla Zecca.

AD CARBONETUM…San Giovanni a Carbonara e dintorni

Sabato 18 aprile, ore 10.30

AD CARBONETUM…San Giovanni a Carbonara e dintorni

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA – contributo di partecipazione 7 €
Appuntamento ore 10.30 davanti alla chiesa di San Giovanni a Carbonara

Dall’acquedotto romano alla presa di Belisario, gli amori della regina Giovanna, il carbonarius , le giostre medievali, i capolavori d’arte e la memoria degli angioini nella Chiesa di San Giovanni a Carbonara, i nobili napoletani, S. Sofia e il capolavoro del barocco napoletano, la chiesa dei Santi Apostoli. Una carrellata tra splendide opere d’arte dal’ 300 al ‘700.

Per contatti e prenotazioni
infoline: 3494570346
email: info@archeologianapoli.com
Prenota direttamente su:
http://archeologianapoli.com/itinerari/napoli.html

La Basilica dei Santi Severino e Sossio

Domenica 12  Aprile, ore 10.00
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA- contributo di partecipazione € 7 a persona
Appuntamento a Largo Corpo di Napoli, davanti alla statua del Nilo

 

Visita al monumentale complesso dei monaci Benedettini la cui splendida sacrestia è stata di recente restituita al pubblico dopo un lungo e complesso restauro. L’antichissimo complesso ha ospitato le reliquie di San Severino e di San Sossio compagno di martirio di San Gennaro patrono di Napoli fino al 1808 (oggi a Frattamaggiore). La meravigliosa basilica è ricca di capolavori di scultura e pittura dal ‘500 al ‘700, è completamente rivestita in marmi policromi ed è senz’alcun dubbio una delle più belle chiese di Napoli. Inoltre il complesso occupa uno dei luoghi più interessanti della Napoli greca e romana.

Per contatti e prenotazioni
infoline: 3494570346
email: info@archeologianapoli.com
Prenota direttamente su:
www.archeologianapoli.com

 

 

Napoli. Storie e Leggende

Domenica 22 Marzo, ore 10.30

Napoli. Storie e leggende

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA – contributo di partecipazione 7 € (non è incluso il biglietto d’ingresso alla Cappella Sansevero)

Un percorso storico-leggendario tra sinfonie scolpite nella pietra, presenze demoniache, malocchio, aneddoti, curiosità, “pietre e pertusi”, Janare, diavoli, apparizioni, fantasmi e l’immancabile figura del “Principe Diavolo” Raimondo de Sangro Principe di Sansevero.

Napoli è uno dei luoghi dove realtà storica e tradizione leggendaria si intrecciano sino a diventare inestricabili e solo attraverso le storie e i racconti popolari si può ricostruire la storia, capire il carattere e l’essenza di questa incredibile città.

L’itinerario partirà da Piazza del Gesù (esoterismo, presenze demoniache e malocchio), per poi digerirsi verso piazza Dante (l’orologio)  e attraverso Port’alba (o’ pertus), passare per le mura di piazza Bellini (e’ pret’) e per l’interessante complesso della Pietrasanta (diavoli e pietre miracolose), fino a giungere al tempio iniziatico del Principe Diavolo, il Testamento di Pietra di uno degli intellettuali più geniali del Settecento napoletano, Il Principe di Sansevero.

 

Per contatti e prenotazioni
infoline: 3494570346
email: info@archeologianapoli.com
Prenota direttamente su:
http://archeologianapoli.com/itinerari/napoli.html

 

 

 

L’età dell’oro. La Campania di Augusto. Museo Archeologico Nazionale di Napoli

Domenica 1 Marzo, ore 10.15

L’età dell’oro. La Campania di Augusto. Museo Archeologico Nazionale di Napoli

Vista la gratuità dei siti e dei musei statali, domenica 1 marzo visiteremo la mostra “Augusto e la Campania”
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA – contributo di partecipazione € 8 a persona (minimo 10 persone)
Per contatti: 3494570346 – info@archeologianapoli.com
Prenota direttamente su: http://archeologianapoli.com/itinerari/napoli.html

 Appuntamento,  Fermata Museo Metro linea 1, uscita Museo Nazionale
27613-na

Le fonti antiche sono ricchissime di testimonianze
che riguardano Augusto in Campania,
dove il primo imperatore soggiornò in diverse occasioni
assaporando le piacevolezze di questa terra. Il
princeps morì nei pressi di Nola il 19 luglio del 14 d.C.
(Tacito, Annali, I 5) e in Campania trascorse gli ultimi
giorni della sua incredibile esistenza.
La presenza dell’imperatore in Campania è testimoniata decine di opere pubbliche, infrastrutture stradali, acquedotti, porti, etc, ma anche dallo splendore delle decorazioni che alludevano ad un
mondo pacificato, dove l’impero creato da Augusto aveva favorito lo sviluppo
della vita civile e del commercio.

Le radici di Neapolis…itinerario lungo le mura tra le Sirene

Sabato 27 dicembre, ore 10.00

Le radici di Neapolis…itinerario lungo le mura tra le Sirene
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA – contributo di partecipazione 7 €

Appuntamento ore 10.00 a piazza Bellini davanti alle mura greche
Alle scoperta delle radici di Neapolis, un città da sempre cosmopolita, da riscoprire strato per strato. Partiremo dalle mura greche di piazza Bellini e seguiremo il percorso dell’antica cinta muraria di cui incontreremo diversi tratti. Lungo il tragitto visiteremo la splendida chiesa di San Domenico Maggiore, ricca di testimonianze dal Trecento al Novecento, passeremo per via Mezzocannone, San Marcellino sino a giungere alla suggestiva Fontana Spinacorona, meglio conosciuta come “Fontana delle zizze”, dove l’arcaica Sirena spegne i fuochi del Vesuvio.


Per contatti e prenotazioni
infoline: 3494570346
email: info@archeologianapoli.com
Prenota direttamente su:
http://archeologianapoli.com/itinerari/napoli.html

 

1 3 4 5 6